Incontro all’Università dell’Età libera sul ruolo del Presidente della Repubblica nella nostra Costituzione

“IL LEONE DORMIENTE” è il titolo della relazione sul ruolo e sulle attribuzioni del Presidente della Repubblica nella nostra Costituzione, che ho svolto il 24 gennaio scorso per gli attenti e numerosi amici e amiche dell’Università dell’Età Libera, nell’Auditorium di Villa delle Magnolie a Monastier (TV), in concomitanza con la prima votazione a Palazzo Montecitorio dei Grandi Elettori.

Il Capo dello Stato nella nostra Repubblica parlamentare è un arbitro rispetto ai tre poteri legislativo, esecutivo e giudiziario, titolare di un quarto potere spoliticizzato e imparziale avente ad oggetto specifico la moderazione dei conflitti e la risoluzione delle crisi, a garanzia dei valori costituzionali e della stabilità della nostra democrazia anche sul piano internazionale. Per questo viene definito un leone ‘dormiente’: perché non ha funzioni di indirizzo politico attivo, ma si risveglia e il suo contropotere di influenza risulta determinante proprio nei momenti di crisi del rapporto di fiducia tra parlamento e governo.

Al termine della relazione ho quindi proposto di simulare la votazione dei Grandi Elettori, dapprima scegliendo insieme ai presenti una rosa di candidati e poi esprimendo una preferenza tra questi con voto segreto. Lo scrutinio non ha raggiunto il quorum necessario, pur essendo significativo dei loro desiderata, avendo i 106 presenti votato per il 37% Casellati (che giocava in casa, essendo veneta), per il 28% Draghi, per il 10% Cartabia, per il 7% Gentiloni, per il 3% sia Moratti che Casini.

Ringrazio gli organizzatori per questa esperienza di sentita partecipazione da parte di cittadini che vogliono conoscere per capire e contribuire al bene comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × 4 =